Corsi OSS sperimentali per tecnico per servizi sociali / A.A. 2017

Corsi OSS sperimentali per tecnico per servizi sociali / A.A. 2017

Ecipa si aggiudica il finanziamente di tutti i 3 progetti per la Qualifica OSS Sperimentale presentati nell’ambito dei POR Puglia FESR FSE 2014-2020 – Avviso Pubblico Sperimentale n. 5/2016. Con D.D. 165 del 17/02/2017 Burp. 24 del 24/02/2017 e D.D. 340 del 21/03/2017 Burp. 36 del 23/03/2017 vengono infatti approvati i progetti Codice OSS 516-BR-01, 02 e 03, rivolti a studenti con diploma tecnico per i Servizi Sociali frequentanti le classi terze, quarte e quinte nelle annualità 2016/2017.

Nell’intento di investire nell’istruzione e nella formazione professionale per le competenze e l’apprendimento permanente e qualificare l’offerta di istruzione e formazione tecnica professionale, la Regione Puglia con la pubblicazione dell’Avviso 5/2016 “Operatore Socio Sanitario” intende favorire la transizione tra istruzione e mercato del lavoro, rispondendo all’elevato fabbisogno di personale nel settore dei servizi di cura, domiciliari e/o residenziali, e formando nuove e giovani figure di OSS qualitativamente più competenti.
L’Avviso, infatti, si muove in linea con il Protocollo d’Intesa dell’11/04/2016 relativo all’avvio di attività formative sperimentali finalizzate all’acquisizione della qualifica di OSS da attuarsi presso le istituzioni scolastiche autonome della Puglia ad indirizzo socio-sanitario e gli Organismi di Formazione accreditati dalla Regione Puglia.

Ecipa lavora da anni sul territorio promuovendo il diritto al lavoro attraverso l’erogazione di servizi e attività destinati all’orientamento, alla formazione, all’inserimento e al mantenimento del lavoro lungo l’intero arco della vita, per questo risponde alla sperimentazione proposta dall’avviso 5/2016, forte della consolidata esperienza di percorsi formativi OSS realizzati negli anni 2014-2015 e di riqualificazione OSS dal 2010, nella consapevolezza che l’esperienza dei docenti coinvolti, le relazioni e le partnership attivate sul territorio e l’organizzazione di tirocini presso strutture sanitarie di primo livello presenti sul territorio, costituiscano un’occasione formativa offerta agli allievi per entrare in contatto con aziende del settore e promuovere e favorire così l’ingresso nel mercato del lavoro.